Anche se forse siamo più abituati a sentir parlare di viaggi organizzati o di gruppo a proposito di viaggi “tradizionali”, anche il mondo del camper ha i suoi tour operator dedicati.

Oggi vogliamo riflettere con te sui pro e i contro di un viaggio in camper organizzato in modalità fai-da-te oppure di gruppo, premettendo che noi abbiamo provato entrambe le soluzioni e quindi possiamo parlartene con cognizione di causa.

Viaggio Fai-da-Te: i Pro

Per tanti di noi, camper è sinonimo di libertà assoluta.

E cosa c’è quindi di meglio che organizzare un viaggio secondo i propri gusti e le proprie esigenze?

Guidare assecondando i propri ritmi, fermandosi quando si vuole o quando un luogo attira la nostra attenzione, cambiare itinerario da un giorno all’altro e magari anche in base all’umore o al meteo.

libertà
Il bello del viaggiare da soli: libertà assoluta.

Puoi alzarti quando vuoi, andare a dormire quando vuoi, mangiare fuori o in camper a seconda della decisione del momento.

Ci sei solo tu, magari con la tua famiglia o un gruppetto di amici fidati: tutte persone simpatiche, che hanno già viaggiato con te e di cui conosci tutti i piccoli difetti ed i grandi pregi.

Una vacanza così sembra puro relax…

Ma ne siamo sicuri?

Viaggio Fai-da-Te: i Contro

Anche un viaggio simile può infatti nascondere delle piccole insidie in grado di complicarti la vacanza, o perlomeno di renderla un filo meno rilassante di quel che avresti voluto.

Se stai viaggiando verso una meta che non conosci, infatti, potresti sentirti un po’ disorientato.

Non sempre ad esempio, soprattutto se andiamo all’estero, le abitudini e le regole del posto sono uguali a quelle cui siamo abituati.

Per dirne una, sapevi che in Belgio la sosta libera è vietata a meno che non ci sia alcuna possibilità di sostare diversamente nei dintorni?

E sapevi che in Olanda, persino nella modernissima Amsterdam, trovare un bagno pubblico non è così facile?

Certo queste sono piccolezze, cose che di certo non rovinano una vacanza…ma che magari possono farti passare qualche momento “no”.

lingue straniere
Se non conosci le lingue straniere, potresti avere qualche problema all’estero.

Se non sei molto abile con le lingue straniere potresti trovare difficoltoso comunicare, specie in situazioni di emergenza o particolari, e se il mondo digitale non fa per te potresti tribolare un po’ per prenotare visite, attività e campeggi, dato che ormai con la pandemia da Covid il mondo si è spostato sempre più online e si è fatto avido di contatto umano.

Ma ogni piccola o grande difficoltà potrà contribuire nel tempo a farti ricordare quella sudata vacanza in modo speciale ed indelebile…

Viaggi di Gruppo: i Tour Operator del Settore

Spostiamoci ora dall’altra parte della barricata ed esploriamo il mondo dei viaggi di gruppo organizzati da tour operator.

Sono 4 quelli dedicati ai viaggi in camper: Rotta360, Io Viaggio in Camper, Avventuriamoci e Il Tropico del Camper.

rotta 360
Parte del team del tour operator Rotta 360.

Ognuno di essi ha i suoi punti di forza: c’è chi è specializzato in viaggi avventurosi e particolari e chi in viaggi più “classici”, c’è chi ha più accompagnatori al seguito e chi ne ha meno, c’è chi prevede una quota associativa da aggiungere al costo del viaggio e chi no.

Quale scegliere?

Dipende da cosa cerchi, dai tuoi gusti, da chi organizza il viaggio più “su misura” per te e da chi ti sta più simpatico.

Certo anche l’aspetto economico è molto importante, ma non basarti solo sul prezzo più basso: analizza bene il programma del viaggio, cosa è compreso e cosa no, quali attività andrai a fare, in quali strutture pernotterai…e poi fa’ i tuoi conti.

Viaggi di Gruppo: i Pro

Quali sono i pro di un viaggio organizzato da un tour operator?

Principalmente il fatto di doverti preoccupare solo di goderti la vacanza, perché c’è chi ha già organizzato tutto per te.

divertimento in gruppo
Il bello dell’essere in gruppo.

Ha studiato l’itinerario inserendo le tappe più imperdibili, ha delineato le strade da seguire per evitare problemi di strettoie e gallerie troppo basse, ha prenotato strutture e attività.

Il tuo accompagnatore di norma parla almeno una lingua straniera, quindi potrà darti assistenza in caso di necessità, e conoscendo già la meta potrà fornirti tutti i consigli e le informazioni utili già prima della partenza.

Inoltre, se sei un tipo che ama la compagnia, potrai conoscere tante persone nuove, con cui magari instaurare amicizie destinate a durare una vita intera.

E potrai godere di diverse garanzie e coperture assicurative, cosa che non fa mai male…

Viaggi di Gruppo: i Contro

Ovviamente anche i viaggi di gruppo hanno i loro contro.

Essendo tutto organizzato non potrai fare tutto quello che vuoi: non potrai decidere quali strade percorrere, quando partire, quando fermarti e dove.

E se sei uno spirito libero questo può indubbiamente pesarti.

Un altro problema potrebbe essere il dover viaggiare insieme a persone con cui non solo non riesci ad imbastire un rapporto, ma che risultano addirittura insopportabili.

camper in fila
Camper in gruppo, tutti in fila.

Ecco, questo è forse uno dei timori più grandi di chi viaggia in gruppo la prima volta, e che teme di rovinarsi così una vacanza che poteva potenzialmente essere bellissima.

Un consiglio?

Cerca di capire a grandi linee chi sono gli altri iscritti al viaggio, e magari cerca di conoscerli, almeno virtualmente, in anticipo: spesso i tour operator creano apposta gruppi whatsapp o telegram in cui fare amicizia!

Facebook
Twitter
LinkedIn