Negli anni abbiamo girato l’Europa in camper in lungo e in largo, e sebbene abbiamo amato la maggior parte dei posti che abbiamo visitato e alcuni Stati ancora manchino all’appello, abbiamo pensato di selezionare le 5 Nazioni in cui ci siamo sentiti più a nostro agio con la nostra casa su ruote.

Lo ribadiamo, ci sono tante altre mete accoglienti… ma queste sono le nostre 5 preferite.

Soprattutto in estate, quando luoghi ugualmente camper friendly come Spagna e Portogallo sono un po’ troppo caldi per i nostri gusti…

Francia

Te ne abbiamo già parlato in un nostro precedente articolo: la Francia è la patria del Plein Air e questo si percepisce ovunque.

Ogni paese, piccolo o grande che sia, ha il suo campeggio municipale economico ma dotato di tutto ciò che serve.

E spesso anche in posizione invidiabile e comoda per raggiungere le maggiori attrazioni della zona.

Non parliamo poi delle strade..!

Certo le autostrade sono care, e a volte al casello il camper viene scambiato per un camion costandoti ancora di più…

Ma hai mai provato a percorrere le altre strade, quelle non a pedaggio?

Biarritz
Uno splendido tramonto a Biarritz.

Sono ampie come le nostre autostrade, attraversano paesaggi davvero fantastici e sono gratuite.

Cosa volere di più?

Certo dovrai andare più piano…ma non è forse anche questo il bello del viaggio camper, che rientra a pieno diritto nello “slow travel”..?

Germania

Altro Stato in cui i camperisti hanno vita facile è la Germania.

Se parliamo di guida, qui le autostrade in generale (ma non sempre, occhio) sono gratuite e senza limiti di velocità, e sono anche molto ben realizzate.

Ovviamente a proposito della velocità ti raccomandiamo di non correre troppo: fallo in primis per la sicurezza tua e degli altri, ma anche per banali questioni economiche visto che più corri e più consumi!

Non ti sarà facile fare carico d’acqua in autostrada né gestire il camper service, ma buone notizie: ti basterà deviare un po’ e raggiungere praticamente un qualsiasi paesino per imbatterti in aree sosta e stazioni adibite a carico e scarico.

ponte del diavolo
Il Ponte del Diavolo, o Rakotzbrucke, a Kromlau.

I campeggi sono spesso spaziosi e immersi nel verde, ma attenzione: ci sono zone molto pittoresche ma poco turistiche, come ad esempio parte della Foresta della Turingia, dove i gestori dei campeggi parlano poco anche l’inglese.

Non temere però, perché basta armarsi di Google Traduttore e il gioco è fatto.

E se non conosci le mille potenzialità di questo strumento ti lasciamo qui una guida completa.

Imperdibili la Romantische Strasse, la strada delle fiabe e quella degli orologi a cucù.

Belgio

Restiamo in zona e spostiamoci in Belgio, patria indiscussa delle deliziose birre d’Abbazia trappiste.

A questo proposito, sai che quello delle birre è proprio uno degli itinerari più amati dai camperisti?

Sul sito ufficiale dello Stato belga puoi trovare un itinerario delineato per un tour delle Abbazie con auto a noleggio, ma nulla ti vieta di replicarlo in camper!

Bruges
La romantica Bruges, o Brugge.

Anche qui non mancano le aree sosta né i campeggi, dove spesso ti ritroverai a dividere la piazzola con coniglietti salterini.

Se decidi di visitare queste zone, non scordarti la bicicletta: in Belgio troverai tantissime piste ciclabili, come ad esempio quella molto semplice che dal centro di Bruges ti porta a visitare i mulini a vento…

Sì, mulini a vento in Belgio, e con questo ci ricolleghiamo alla nostra penultima tappa.

Paesi bassi

L’Olanda è fatta apposta per essere visitata in bicicletta, lentamente e guardandosi attentamente intorno.

Dighe e canali, campi di tulipani (ovviamente quando è stagione, non certo nel pieno dell’estate), mulini e ponti.

olanda
Mulini e canali, i simboli dell’Olanda

L’Olanda è incantevole, e qui è la caravan ad essere amata prepotentemente piuttosto che il camper.

Ma non fa differenza, perché sempre di plein air si tratta.

E questo significa che l’accoglienza è generosa e sincera.

Non mancano i campeggi immersi nel verde, a volte anche ospitati all’interno del giardino dei proprietari…

Ce n’era uno così vicino al Parco di Efteling, un posticino idilliaco tra leprotti e asinelli a un tiro di schioppo da un bel bosco fresco ed ombreggiato.

Era gestito da una coppia di anziani, e abbiamo saputo che purtroppo ora non esiste più…

Ma questo per dirti che la tua vacanza in camper in Olanda sarà sicuramente semplice, piacevole e che costituirà per te e per la tua famiglia un bellissimo ricordo.

E in estate tutto sommato avrai anche la possibilità di goderti un po’ di fresco!

Danimarca

Continuiamo a spostarci al Nord e completiamo i nostri suggerimenti per visitare l’Europa in camper con la Danimarca.

Alcuni nostri amici ne sono così innamorati che per loro è una tappa fissa ogni estate, e noi non possiamo dar loro torto.

Di certo è una meta che piacerà ai bambini per via dei vari Parchi di Divertimento che incontrerai durante il tragitto, primo fa tutti Legoland a Billund.

Copenaghen
Lo splendore di Copenaghen illuminata.

Ma anche chi ama la natura avrà la sua parte: ti troverai ad attraversare villaggi di pescatori e boschi sconfinati, seguirai il perimetro delle scogliere e vedrai il Mar Baltico ed il Mare del Nord toccarsi in un suggestivo abbraccio.

Aree sosta e campeggi non mancano e sono ancora in aumento, e talvolta potrai anche pernottare su terreni privati particolarmente panoramici chiedendo il permesso al proprietario.

Poi potrai scegliere se proseguire verso Capo Nord, altra meta iconica per i camperisti, oppure goderti la sola patria della Sirenetta.

E ti sentirai comunque completo, appagato e rigenerato.

Buon viaggio!

Share on facebook
Facebook
Share on twitter
Twitter
Share on linkedin
LinkedIn