La sicurezza ed il comfort del tuo cane in camper sono fattori che non vanno sottovalutati mai, non solo in vista delle vacanze estive.

Ma se hai appena acquistato o noleggiato il tuo primo camper potresti trovarti un po’ spaesato, anche se buona parte delle norme sono le stesse che si applicano ad altre tipologie di viaggio.

Ad ogni modo non preoccuparti: ci siamo qui noi di Evo pronti a a darti qualche consiglio utile.

Documenti Necessari

Prima ancora di parlare di come far viaggiare il tuo cane in camper vogliamo occuparci della questione “documenti”, soprattutto se prevedi di andare all’estero.

E’ infatti importante iscrivere il tuo amico a quattro zampe all’anagrafe canina e sottoporlo a tutte le vaccinazioni necessarie, in particolar modo quella antirabbica.

Questa è una di quelle vaccinazioni a cui provvedere per tempo, perché molti Paesi ti vieteranno l’ingresso a meno che il tuo cane non sia vaccinato da almeno 21 giorni.

Il cane in camper deve sentirsi tranquillo come a casa.

A proposito dell’estero, informati bene se la Nazione che desideri visitare mette dei veti ad alcune razze canine.

E’ il caso per esempio della Scozia, che non accetta Pitbull Terrier, Doghi Argentini, il Tosa, il Fila Brasileiro e tutte le razze a queste somiglianti.

Un altro documento fondamentale è il passaporto per animali da compagnia, da richiedere alla tua ASL di riferimento.

Su di esso andranno indicate, oltre alle vaccinazioni effettuate, anche il numero del microchip o del tatuaggio, l’eventuale trattamento contro l’echinococco multilocularis e tutti i dati anagrafici del tuo cucciolone.

Come e Dove Far Viaggiare il Cane

Secondo il Codice della Strada (art. 169, comma 6) il cane non può essere lasciato libero di muoversi all’interno del mezzo in movimento.

Dovrai quindi farlo viaggiare in una gabbia apposita o in un trasportino, oppure assicurarlo col guinzaglio alla cintura di sicurezza.

Ogni tanto fai delle soste durante il viaggio.

Per nessun motivo dovrebbe poter accedere alla cabina di guida.

Ogni ora e mezza circa di viaggio fai una sosta e fagli sgranchire un po’ le zampe…e con l’occasione riposati un po’ anche tu.

Cosa Portare con Sé

Il cane deve imparare a considerare il camper come la sua seconda casa, e per questo deve trovarcisi a suo agio.

Ecco perché ti consigliamo di portare con te alcuni dei suoi giochi preferiti, la cuccia o il cuscino dove abitualmente dorme, una coperta che profuma di “casa” a cui lui è particolarmente legato.

Non scordarti poi i sacchetti per raccogliere le sue deiezioni, uno o più guinzagli (magari di diverse lunghezze e allungabili o meno, in modo da poterlo gestire a seconda delle varie situazioni) e la museruola, obbligatoria in molti ambienti.

Porta anche il suo impermeabile per proteggerlo da eventuali acquazzoni ed il suo cappottino se vai in zone fredde, e non dimenticarti assolutamente la sua pappa abituale e un paio di ciotole richiudibili da utilizzare sia in camper che durante le escursioni.

In viaggio non lasciare mai libero il tuo cane per questioni di sicurezza.

Ultimo ma non meno importante il kit del pronto soccorso del tuo amico a quattro zampe, contenente eventuali medicine che utilizza spesso (pensiamo ad esempio alle gocce calmanti per i cani che hanno paura di botti e tuoni), qualche trattamento di emergenza per lievi infezioni e abrasioni, un antiemetico ed un antidiarroico.

A volte il cambiare aria fa brutti scherzi!

Come Abituarlo al Camper

Se il tuo cane è un cucciolo o vede un camper per la prima volta, dovrai abituarlo gradualmente al viaggio su un nuovo mezzo di trasporto.

Procedi con calma, passo passo.

Primo step: esplorazione dell’esterno.

Fagli dapprima annusare il camper all’esterno, e poi fallo salire ed esplorare l’interno a motore spento.

Magari fagli trovare qualche giochino e la sua cuccia, in modo che riconosca elementi a lui famigliari.

Deve sentirsi tranquillo e a casa.

Coccolalo e premialo, fallo sentire protetto.

Stai con lui, coccolalo, e magari ogni tanto premialo con qualche bocconcino prelibato.

Una volta abituatolo all’ambiente camper, il prossimo passo sarà quello di farlo abituare al suono del motore e alle vibrazioni del mezzo, quindi metti in moto ma rimani comunque parcheggiato.

Se il cane rimane tranquillo, prova a fare un piccolo giretto nei dintorni, e man mano ampia il raggio dei tuoi spostamenti.

Lascia che si abitui gradualmente al camper.

Stai molto attento ad ogni eventuale segno di stress e paura del cane: se dovessi notarne fermati, spegni il motore e coccola il tuo amico cercando di tranquillizzarlo.

Piuttosto torna a casa e riprova in un’altra occasione, sempre con gradualità: è importante non avere fretta.

Un cane già abituato a viaggiare in auto potrebbe non avere difficoltà ad abituarsi al camper, ma non è detto che sia così: un camper ha infatti dimensioni, spazi, odori e rumori ben diversi da quelli di un’auto!

In Campeggio

Supponendo che tutto sia andato per il meglio e che il tuo cane si sia rivelato un camperista provetto, come gestirlo in campeggio?

Innanzitutto devi trovare una struttura che accetti animali domestici: in questo possono venirti in aiuto l’app dell’Enpa e quella del Touring Club, con una sezione persino dedicata ai veterinari in zona.

Davvero utili!

Alcuni camping hanno piazzole riservate ai proprietari di cani, altri mettono a disposizione sgambatoi e aree per lavare i nostri amici a quattro zampe: per fortuna ora sono tante le strutture che accolgono e coccolano gli animali!

In campeggio non lasciarlo libero ma lascia la ciotola dell’acqua a sua disposizione.

Cerca di far stare il tuo cane all’ombra, specie in estate, e lasciagli a disposizione la ciotola dell’acqua (cosa da non fare invece durante il viaggio per evitare il più possibile episodi di vomito).

Non lasciarlo da solo in camper a lungo, e garantiscigli fresco aprendo le finestre o accendendo condizionatore/raffrescatore.

C’è chi all’esterno monta dei recinti in modo da garantirgli un po’ di libertà anche in piazzola, ma non lasciarlo libero di andare in giro da solo per nessun motivo: il guinzaglio è fondamentale.

Non abbandonarlo, ma portalo sempre con te.

Ricordati che non tutti amano gli animali, e quindi alla base di ogni convivenza civile deve esserci il rispetto.

Sia da parte tua che dei tuoi vicini di piazzola ovviamente.

Vedrai che con il tuo amico a quattro zampe trascorrerai delle bellissime vacanze, e ricorda: diciamo NO all’abbandono!

Share on facebook
Facebook
Share on twitter
Twitter
Share on linkedin
LinkedIn